Ayurveda

L' Ayur-Veda e probabilmente il piu antico sistema conosciuto di medicina naturale. Per ritrovare le sue origini bisogna risalire indietro nel tempo di molte migliaia di anni. Ma se chiedeste ad un medico ayurvedico quanto essa è antica, probabilmente egli sorriderebbe e vi risponderebbe che l'Ayur-Veda è una scienza eterna, senza principio ne fine. Secondo la tradizione fu infatti Brahma stesso, l'autore della creazione, a formulare i principi dell'AyurVeda, che rivelò soltanto alle divinità del cielo. Molte migliaia di anni fa, dei saggi compassionevoli furono mossi a pietà nel vedere l'umanità preda di sofferenze e malattie, e si raccolsero in meditazione sui monti dell'Himalaya, nel posto piu vicino al cielo, per chiedere a Brahma di dischiudere agli uomini i segreti della scienza della salute. Brahma fu colpito dalla loro determinazione ed inviò sulla terra il suo messaggero Indra. I saggi scelsero come loro rappresentante Bharadvaja, il più puro tra di essi, e Brihaspati interrogò Indra, ricevendone la conoscenza che avrebbe alleviato le sofferenze dell'umanità. Questa storia apparentemente ingenua racchiude in realta dei profondi significati. In primo luogo, è detto che l'Ayur-Veda ebbe origine con la creazione, perche in realta essa è la scienza della natura, e le leggi di natura sono eterne ed immutevoli.

L'Ayurveda e gli Yuga 

Maharishi Mahesh Yogi è stato molto influente nella rinascita e nella promozione di questo antico sistema di medicina. In una conferenza sullo sviluppo dell'Ayurveda ha sottolineato che sebbene l'Ayurveda sia una scienza eterna, il modo in cui si esprime nel mondo è cambiato nel corso del tempo. Ci sono varie storie sulle origini dell'Ayurveda nei testi antichi. Una delle più popolari include una spiegazione dei diversi Yuga o periodi di tempo e dei loro effetti sulla salute. La tradizione afferma che nel Sat Yuga (l'età dell'oro) gli esseri umani erano totalmente in sintonia con la legge naturale, vivevano in perfetta armonia e non si ammalavano mai. Quando questo periodo finì e iniziò il Treta Yuga (l'età d'argento), le persone divennero meno in sintonia con le leggi della natura e la malattia iniziò a manifestarsi. Anche i grandi Rishi o veggenti vedici furono colpiti da questo cambiamento di tempo e scoprirono che gli squilibri all'interno delle loro stesse fisiologie stavano influenzando il perfetto stato delle loro meditazioni quotidiane.

La storia dei 1.000 Rishi 

Si dice che 1.000 Rishi si riunirono e decisero di condurre una meditazione di gruppo per risolvere questo problema della malattia, ma delegarono uno di loro, Bharadvaja, a rimanere nello stato di coscienza di veglia. Maharishi spiegò che questa meditazione di gruppo dei 1.000 Rishi creò un Indra - una coscienza o intelligenza collettiva che era molto più grande della somma dei singoli Rishi che vi partecipavano. Poiché non era immerso nello stato meditativo, Bharadvaja fu in grado di interrogare Indra sulla cattiva salute e sulla salute perfetta e su come passare da uno stato all'altro. Il discorso che ne risultò portò effettivamente la conoscenza dell'Ayurveda al mondo.

La natura mutevole dell'Ayurveda

Maharishi ha detto che la conoscenza si rivela quando è necessario e il tempo è appropriato e questo è vero anche per la conoscenza dell'Ayurveda. Ha detto che nel Treta Yuga le persone erano ancora ben sintonizzate con la legge naturale e solo la conoscenza della salute perfetta era sufficiente per curare qualsiasi malattia. Nel corso delle epoche, attraverso il Dwapara Yuga fino al Kali Yuga - mentre la sintonia con la legge naturale diventava sempre meno disponibile e si violavano sempre più le sue leggi - l'Ayurveda si esprimeva in forme sempre più concrete ed elaborate. Maharishi ha spiegato che un tempo bastava sussurrare il nome di un rimedio per curare un paziente. In epoche successive, con il crescere dell'ignoranza della Legge Naturale, i rimedi sottili furono sostituiti da quelli fisici. Così eccoci qui, nel Kali Yuga, a violare le leggi della natura - perché non possiamo farci niente - e a dover vedere i medici e prendere le pillole. Ma questo non è l'intero quadro. Questa storia della caduta dalla grazia, dal Sat Yuga al Kali Yuga, può essere presa come un evento storico, o può essere vista come un viaggio interiore. Ogni volta che ci ammaliamo può sembrare una caduta dalla grazia - dallo stato di salute alla malattia, dall'equilibrio e dall'ordine allo squilibrio e al disordine. Ma questa non è una strada a senso unico e la strada per tornare alla salute perfetta può essere vista come il viaggio dal Kali Yuga al Sat Yuga. Non solo Rishi Bharadvaja ottenne la conoscenza di come si creava la malattia, ma gli fu mostrato come l'equilibrio perfetto e la salute potevano essere ristabiliti e mantenuti. E questo viaggio di ritorno alla salute è la conoscenza dell'Ayurveda, che è in definitiva la conoscenza di come sintonizzarsi con il proprio sé interiore - la fonte di tutte le leggi della natura.